Categorie
Poesie Romane

ER CAPO DIVISIONE

Ciò ‘n capodivisione ch’é ‘n portento:
pe’ complicà le cose è fatto apposta;
è ‘n omo bravo, ne vorebbe cento:
de core è bono…ma de coccia tosta.

Io, ner parlacce, cerco de stà attento
perché, quanno je fai quarche proposta
te capisce a traverso ogni argomento
e doppo avè sbajato ce se intosta.

E’ sospettoso come un Torinesee
diffida, me sà, puro de sé;
io sottoscritto, che ne fò le spese,
je vojo bene, nun lo so perché;

ma me sembra er governo der paese:
funziona tutto mejo si nun c’è.

Giacomo 1970

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *